Endless Love Anticipazioni

amore a prima vista tra kemal e Nihàn Anticipazioni endless love lunedi 11 marzo

In una luminosa giornata di primavera del 2010, a Istanbul, Kemàl Soidère, un giovane studente di ingegneria, finiti gli esami, decide di prendere l’autobus per fare ritorno a casa. Sembra un giorno come un altro nella sua vita, fatta di studio e di lavori serali per sostenere la famiglia, ma quel giorno, sul bus sale una ragazza senza biglietto, e Kemàl, senza esitazione, si offre di aiutarla a procurarsene uno.

IL PRIMO Incontro tra Kemal e Nihan

Lei trova posto, e ne approfitta per iniziare a disegnare ritratti dei passeggeri, incluso quello di Kemàl, che la osserva affascinato da lontano. Quel primo incontro sembra essere come tanti altri, ma per Kemàl, la bellezza della ragazza lo ha colpito profondamente e già non riesce a non pensare a lei. La giornata prosegue come al solito per entrambi, ma quel primo incontro è solo l’inizio di qualcosa di straordinario. Man mano scopriamo le vite di Kemàl e della misteriosa ragazza.

Kemàl è il secondo di tre figli, suo fratello maggiore, Tarik, lavora insieme al padre Hussèin nel loro negozio di barbieri, mentre sua sorella minore Zeynep aiuta la madre Feimè con i lavori domestici. La famiglia di Kemàl è di umili e dignitose origini, pone grandi speranze nel futuro, aspettandosi che Kemàl diventi un ingegnere di successo.

CHI E' NIHAM SEZIN

La protagonista di questa storia è Nihàm Sezìn, una giovane proveniente da una famiglia benestante. Suo padre, Ondèr, è a capo di una grande azienda nel settore delle risorse minerarie, mentre la madre, Vildàn, pone una grande importanza sulla ricchezza e sul loro stato agiato. Il rapporto di Nihàn con la madre è piuttosto tempestoso. Mentre Nihàn vive la sua vita in modo spensierato e odia il classismo e le ingiustizie, la madre è fatta di tutt'altra pasta, attaccata al denaro e fiera del suo status sociale. Nihàn trova una connessione profonda con il padre, un uomo fiero ed orgoglioso, che dà priorità alla famiglia e agli ideali. Il cerchio familiare si completa con Osàn, il fratello gemello di Nihàn. I due sono inseparabili, e farebbero qualsiasi cosa l'uno per l'altra. Anche la madre, Vildàn, sembra trattare Osàn con più riguardo e affetto, forse a causa delle sue condizioni di salute. infatti, Osàn soffre di gravi crisi epilettiche che preoccupano profondamente la sua famiglia.

La famiglia di Kemàl

La famiglia di Kemàl, nonostante le dinamiche complesse, rimane salda e unita. Tarik, il fratello maggiore, sembra covare una leggera invidia per il minore, il quale è il beniamino dei genitori. Nonostante questi piccoli contrasti e il loro umile stile di vita, genitori e figli sanno di poter contare gli uni sugli altri. Nihàn, invece, pur godendo di un benessere economico, affronta una crisi familiare causata dagli affari del padre. L'azienda di Ondèr sembra essere sull’orlo del fallimento, e solo un cospicuo finanziamento da parte di Emìr potrebbe salvarli dalla bancarotta. Emìr rappresenta il vero ostacolo nella vita di Nihàn. Il giovane nutre un’ossessione per lei, considerandola la sua fidanzata, nonostante il rifiuto costante da parte di Nihàn di accettare le sue proposte e gli inviti. La madre di Nihàn, Vildàn, non intenzionata a rinunciare al suo stile di vita agiato, cerca di persuadere Nihàn ad assecondare i desideri di Emìr. Spera che questo possa imbonire il giovane, e convincerlo a salvare l'azienda di famiglia.

SCOPRIAMO EMIR

Emir, un giovane dal carattere controllante, violento e ossessivo, mostra una preoccupante tendenza a sorvegliare e spiare incessantemente sia Nihàn che suo fratello Osàn. Dopo un mese dal loro primo incontro, Kemàl si trova al centro commerciale con un amico, e nota una mostra di ritratti organizzata dall'accademia d'arte di Istanbul. Tra le varie opere esposte, colpisce la sua attenzione un ritratto di se stesso. Realizza immediatamente che la mano dietro a quel disegno è della ragazza dei suoi sogni, e leggendo il nome dell’artista, scopre finalmente il suo nome, Nihàn. Per Kemàl, questa non è solo una coincidenza, ma un segno del destino. Infatti, la sera stessa, mentre si dirige al molo per concludere un lavoro, nota un locale nelle vicinanze che ospita una festa di compleanno. La festa è proprio per Nihàn. La vede e rimane senza parole, desiderando avvicinarsi a lei. Tuttavia, le circostanze, e soprattutto l'arrivo di Emìr, lo fanno desistere. Sconsolato, si reca al molo per completare alcuni lavori su una barca.

Intanto, l'arrivo di Emìr non fa affatto piacere a Nihàn. Anzi, lui, gelosissimo e violento, si presenta addirittura ubriaco, e arriva a picchiare un ragazzo, colpevole solo di aver parlato con Nihàn. Per lei è troppo da sopportare.

IL SALVATAGGIO IN MARE DI NIHAN

Abbandona la sua stessa festa, e si dirige verso il molo, desiderosa di prendere la sua barca per allontanarsi il più possibile da quel luogo. Mentre cerca frettolosamente di salpare, Nihàn rimane impigliata con il piede in una corda, e cade in mare. In difficoltà, viene prontamente salvata da Kemàl, che aveva assistito alla scena da lontano. Preso dall’emozione di averla ritrovata, le porge subito i suoi auguri, e la chiama per nome, suscitando immediati sospetti in lei. La sfiducia iniziale svanisce rapidamente, quando Kemàl le spiega tutto, rivelando come abbia appreso il suo nome, e come sia passato casualmente davanti alla sua festa. L'attrazione e la sintonia tra i due sono forti e indiscutibili. Trascorrono l’intera serata insieme, condividendo storie sulle loro vite, e discutendo dei loro progetti futuri. Arriva il momento di separarsi, ma non prima di essersi scambiati i numeri di telefono, con la promessa di rivedersi.

L'AMICA LEILA

Passa appena un giorno, e Nihàn chiama Kemàl per organizzare un nuovo incontro. Lui, senza esitazione, la invita a casa di una cara amica, Leila, il cui giudizio è di fondamentale importanza per Kemàl. Desidera che Leila condivida il suo apprezzamento per Nihàn. Quando Nihàn arriva a casa di Leila, però, si percepisce subito un certo sgomento da parte della donna. Leila sembra già conoscere Nihàn, e quando rimane sola per un momento, rispolvera delle vecchie foto che ritraggono due bambini, un maschio e una femmina. Fra sé e sé, esprime incredulità, pensando che non può essere possibile, che non può essere lei, e a stento trattiene le lacrime. Forse Leila conosce già Nihàn, e forse il legame tra loro è stato davvero significativo per la donna. I giorni scorrono, ma Nihàn e Kemàl non riescono a stare lontano l’uno dall’altro, il loro amore è palesemente evidente. Emìr, agli occhi di Nihàn, non rappresenta neppure un ostacolo all'amore che la lega a Kemàl. Per lei, è inconcepibile considerare Emìr come un possibile partner. Tuttavia, i primi ostacoli si manifestano come un peso sulle spalle di Nihàn e Kemàl.

Emìr impone chiaramente le sue condizioni per salvare l'azienda della famiglia Sezìn. Nihàn dovrà diventare sua moglie e sposarlo, altrimenti l'affare fallirà. Ondèr, il padre di Nihàn, resta scioccato dalla proposta, non è disposto a sacrificare la felicità di sua figlia per gli interessi aziendali. Al contrario, Vildàn, la madre, cerca di convincere Nihàn a sposare Emìr. Kemàl riceve la risposta per un lavoro per cui aveva fatto un colloquio mesi prima. Dovrà trasferirsi lontano. Kemàl teme che le loro differenze sociali possano ostacolare il loro amore, Nihàn è convinta che insieme potranno superare tutte le avversità. Per lei non sarebbe un problema trasferirsi con lui lontano da Istanbul, e vivere una vita modesta ma appassionata. Le difficoltà e i problemi sono appena agli inizi, e né Nihàn né Kemàl hanno idea di quante avversità la vita riserverà loro.

SEGUICI SUL CANALE YOUTUBE DASY TV ED ISCRIVITI

dasy tv