Invalidità

INVALIDI PARZIALI TOTALI NOVITà DAL 15 APRILE

Cambia l'invalidità civile, infatti arriva quel grande cambiamento del ministro Locatelli da aprile, primavera, 2024 con novità sia da INPS che appunto dalla ministra. Alcune sono già operative, altre novità lo saranno a breve e abbiamo anche questo nuovo piano nazionale per invalidi e disabilità.

Cosa dice il ministro Locatelli sulla riforma

Locatelli che dice stop alle visite di rivedibilità, le visite di revisione per l'invalidità civile almeno per chi abbia una disabilità o una patologia grave cronica è una pratica umiliante che elimineremo al più presto, ricorda la ministra che è umiliante. Però anche l'importo mensile della pensione, come anche la situazione dei caregiver.

Il garante nazionale per la disabilità che farà non si sa ma soprattutto quella grande rivoluzione sempre a parole della ministra sulle nuove modalità di accertamento della condizione di disabilità che saranno basate su un modello multidimensionale e biopsicosociale.

Ci sarà anche la riforma del progetto di vita individuale e di accompagnamento continuo. Addio quindi alle fredde tabelle e percentuali ma cambieranno anche gli importi.

Dopo anni di vane promesse cambierà però sicuramente il linguaggio. Infatti per legge presto sempre tramite annuncio di Locatelli sarà bandita la parola handicap. Altra novità molto attesa perché potrebbe contenere indicazioni sui futuri importi e sostegni e il nuovo piano nazionale per la disabilità partorito dall'osservatorio nazionale e che sarà presto firmato dal Presidente della Repubblica.

Con il nuovo Def documento di Economia e Finanza di Aprile capiremo però prestissimo se la ministra abbia venduto fumo o anche un po' di arrosto.

Passiamo però a quelle che sono le novità INPS

Nuovi servizi già operativi video guida e verbale invalidità con semplificazioni importanti in sintesi. I destinatari dei verbali sanitari potranno scaricare dal sito dell'INPS inviare o comunque anche mostrare direttamente dal proprio telefono con il QR Code tutte le attestazioni del proprio status di salute, ancor prima di ricevere il verbale cartaceo dall'istituto. Così da poter accedere alle agevolazioni e agli sgravi più facilmente senza attese inutili.