ANTICIPAZIONI TERRA AMARA 31 MARZO 2024 - COLAK FA LA DICHIARAZIONE A BETUL
Anticipazioni Terra Amara

ANTICIPAZIONI TERRA AMARA 31 MARZO 2024 - COLAK FA LA DICHIARAZIONE A BETUL

Speciale puntata di Pasqua il 31 marzo 2024 dove vi sveleremo le anticipazioni di Terra Amara.

Akan va da Kadir

Akàn si reca da Kadir e gli confida che Zuleya, nonostante abbia appreso la verità, non lo ha perdonato, e dubita che lo farà, poiché si rifiuta di ascoltarlo. Kadir gli risponde di non arrendersi, e di lottare per riconquistarla perché l'amore è una malattia che fa sanguinare e da cui non ci si può liberare, e persone come loro sono disposte a bruciare il mondo per la donna che amano.

Betùl va da Colàk e gli annuncia le sue dimissioni da avvocato, mettendo fine sia ai loro rapporti lavorativi che amorosi. Lo accusa di non aver punito Zuleya per l'umiliazione che le ha inflitto, e non potendo più contare su di lui, decide di partire per Istanbul. Colàk cerca di fermarla promettendole che distruggerà Zuleya, ma lei se ne va comunque.

La fuga di Colak

Hakàn si reca alla Villa da Zuleya e le dice che meritava di essere informato che Fikrèt avrebbe preso il posto di lei in azienda. Lei risponde negativamente poiché nella villa c'è stato un bagno di sangue a causa sua. Hakàn le risponde che non lo sapeva altrimenti l’avrebbe fermato. Zuleya gli chiede perché l'avrebbe fermato se voleva vendicarsi di Demir. Hakàn risponde che voleva combatterlo solo negli affari. Scèrmin si lamenta con Betùl per aver lasciato scappare Colàk, la loro unica possibilità, ed ora si ritrovano senza niente in mano.

Betùl la prega di smetterla e le rivela di aver agito così con Colàk per spingerlo a chiederle di sposarlo. Infatti Colàk si presenta con in mano i tradizionali fiori e i cioccolatini e chiede a Scèrmin la mano di sua figlia Betùl. Scèrmin accetta e Colàk mette al dito di Betùl un anello con un'enorme brillante, dichiarando di volersi sposare al più presto. Poi regala a Scèrmin un bracciale d'oro che lei indossa immediatamente. Fadìk, avendo visto Colàk con fiori e cioccolatini, diffonde la notizia alla Villa e tutti sono sorpresi. Lutfìe commenta che Colàk alla sua età dovrebbe vergognarsi.

Un matrimonio ricco di opportunità per Betul

Zuleya risponde che Betùl ha trent'anni meno di lui ma è una mossa degna di lei, poiché lui è anziano, ricco e senza figli e quando morirà Betùl erediterà tutte le sue ricchezze. Lutfìe, sorridendo, suggerisce di pregare per la salute di Colàk.

Gevriè incuriosita da questo fidanzamento si presenta a casa di Scèrmin con il pretesto di aver finito l'olio. Scèrmin ne approfitta per annunciare il fidanzamento della figlia e le mostra l'anello di Betùl e il suo bracciale. Gevriè fa gli auguri e se ne va. Poi torna in cucina e racconta tutto a Fadìk, Rashìt, e Gaffur, che commentano che entro un anno Colàk morirà e Betùl e Scèrmin saranno ricchissime.

Gevriè e Gaffur

Gevriè inizia a flirtare con Gaffur addirittura imboccandolo con il cioccolato, ma lui non sembra essere contento della situazione. Il giorno seguente Scèrmin raduna le sue amiche e racconta del fidanzamento, mostrando orgogliosa il braccialetto regalatole da Colàk.

Sottolinea che Betùl, dopo tutto quello che ha passato, merita di avere fortuna e che Colàk, uno dei più grandi signori di Cukurova, la ama profondamente.

Fiusùn, con malignità, le chiede se Colàk la chiamerà madre, provocando l’irritazione di Scèrmin, mentre le altre non riescono a smettere di ridere. Kadir è in paese e si ferma in un caffè, dove viene a conoscenza del fidanzamento di Colàk con Betùl.

Dicono anche che Betùl ha accettato solo per interesse finanziario poiché Colàk è più vecchio del padre, ed è disposto a spendersi tutto pur di averla al suo fianco. Kadir, infuriato, se ne va, e corre subito da Betùl, accusandola di essersi fidanzata con Colàk. Lei risponde che il loro piano sta funzionando poiché lei e Colàk stanno per sposarsi. Kadir esprime il suo dissenso, affermando che non vuole che si sposi, e che dovrebbe mandare al diavolo la ricchezza di Colàk. Betùl lo esorta a non essere ridicolo, promettendo che presto tutta Cukurova si inchinerà davanti a loro due, e potrà finalmente liberarsi da Zuleya, così come lui da Hakàn, e gli ricorda che lo ama.

Kadir ribadisce la sua contrarietà, sottolineando che lei non è obbligata a sposarlo. Betùl gli risponde che si sposerà con Colàk ma non sarà sua moglie neanche per un giorno, e lo esorta a fidarsi di lei. In un locale Hakàn sta discutendo di affari con un imprenditore quando Fikrèt entra accompagnato da Cetìn.

Appena vede Hakàn, Fikrèt si rivolge ironicamente all’imprenditore, commentando che Cukurova è sempre troppo affollata, poiché con le sue ricchezze attira tanta gente, ma alla fine tutti devono tornare alle loro città. Hakàn ascolta, mantenendo la calma nonostante le provocazioni. Più tardi Hakàn raggiunge Kadir e confessa di aver perso con Zuleya. Kadir risponde che Hakàn non ha perso in Siria, Libano, e Iran, e non può perdere a Cukurova.

Hakàn risponde che ha perso la guerra rendendosi conto di ciò, quando ha incontrato Fikrèt, che lo ha deriso, sicuro che Zuleya abbia rinunciato a lui. Successivamente, l’imprenditore che era con Hakàn si reca a Villa Yamàn, e comunica a Zuleya che Hakàn gli ha venduto le sue quote della Yamàn Karà costruzioni, ed ora sono diventati soci.